Come sostituire i caratteri di default nella sezione Admin di WordPress

Come sostituire i caratteri di default nella sezione Admin di WordPress


Notice: A non well formed numeric value encountered in /home/xrxwfxeb/public_html/wp-content/plugins/crayon-syntax-highlighter/crayon_formatter.class.php on line 118

Notice: A non well formed numeric value encountered in /home/xrxwfxeb/public_html/wp-content/plugins/crayon-syntax-highlighter/crayon_formatter.class.php on line 119

Sarà capitato anche a voi di odiare profondamente due cose:

  1. Il rendering dei font su Chrome (una cosa che rasenta l’indecenza);
  2. Il font Open Sans di default nella sezione Admin (il backend, insomma) di WordPress.

La combinazione di questi due fattori è disarmante se dovete operare sul backend, e chi lavora su WordPress lo fa, e lo fa spesso e molto a lungo. Siccome non sono uno che accetta compromessi che possono minare la mia salute e contemporaneamente arricchire il mio oculista, ho deciso di trovare una soluzione a questo problema. Per farla semplice gli ho tirato una randellata, con buona pace di Wordpress e di Chrome.  Se vi interessa sapere di che si tratta, ecco i passaggi:

  1. Nel vostro template di WordPress avrete sicuramente un file che si chiama functions.php. Se non ce l’avete createne uno e poi apritelo con l’editor di testo.
  2. All’interno dei tag <?php … ?> inserite il seguente codice:

Come cambiare i font nel backend di WordPress

Come cambiare i font nel backend di WordPress

Andate quindi sulla bacheca di WordPress e pigiate F5 per aggiornare la pagina (o CTRL+F5 per aggiornare e contemporaneamente ricaricare il css, cosa che non guasta). Se avete fatto tutto correttamente vi troverete di fronte – finalmente, dico io – una pagina leggibile e un font ben strutturato che non vi farà rimpiangere Open Sans.

Se non avete Roboto Slab, o non avete voglia di caricarlo via ftp o di fare chissà quale diavoleria per inserirlo nel template, potete usare un altro font standard, ad esempio il caro, vecchio Trebuchet MS (o quello che preferite voi, ovviamente).

Nota: su Firefox il problema non si pone perché il rendering dei font è più che dignitoso e Open Sans risulta essere un bel font. Ma se volete comunque cambiare, that’s it!

 

 

 

Eagle Cad Tips & Tricks: creare impostazioni di default

Eagle Cad Tips & Tricks: creare impostazioni di default


Notice: A non well formed numeric value encountered in /home/xrxwfxeb/public_html/wp-content/plugins/crayon-syntax-highlighter/crayon_formatter.class.php on line 118

Notice: A non well formed numeric value encountered in /home/xrxwfxeb/public_html/wp-content/plugins/crayon-syntax-highlighter/crayon_formatter.class.php on line 119

Notice: A non well formed numeric value encountered in /home/xrxwfxeb/public_html/wp-content/plugins/crayon-syntax-highlighter/crayon_formatter.class.php on line 118

Notice: A non well formed numeric value encountered in /home/xrxwfxeb/public_html/wp-content/plugins/crayon-syntax-highlighter/crayon_formatter.class.php on line 119

Notice: A non well formed numeric value encountered in /home/xrxwfxeb/public_html/wp-content/plugins/crayon-syntax-highlighter/crayon_formatter.class.php on line 118

Notice: A non well formed numeric value encountered in /home/xrxwfxeb/public_html/wp-content/plugins/crayon-syntax-highlighter/crayon_formatter.class.php on line 119

Notice: A non well formed numeric value encountered in /home/xrxwfxeb/public_html/wp-content/plugins/crayon-syntax-highlighter/crayon_formatter.class.php on line 118

Notice: A non well formed numeric value encountered in /home/xrxwfxeb/public_html/wp-content/plugins/crayon-syntax-highlighter/crayon_formatter.class.php on line 119

Eagle Cad è un potente strumento EDA (Electronic Design Automation) molto diffuso fra hobbisti e professionisti. Io lo uso da qualche anno e mi trovo davvero a mio agio. Contrariamente a quanto sostengono i suoi detrattori, Eagle Cad è intuitivo e versatile, molto più di quanto si possa immaginare. Nel corso della mia esperienza ho provato diversi CAD per elettronica (KiCad e FreePCB fra quelli open source, AutoTrax, Altium Designer e DipTrace fra quelli a pagamento, tanto per citarne alcuni) ma nessuno mi ha dato le sensazioni e la manovrabilità di Eagle Cad. Certo, non è tutto oro quello che luccica, pertanto parlerò un po’ male del mio software preferito prima di spiegarvi come ho risolto alcuni problemi di usabilità. (altro…)